Assegno di maternità

  • Servizio non attivo
  • Il servizio digitale momentaneamente non è ancora attivo.

Servizio per richiedere l'assegno di maternità comunale


A chi è rivolto

Il sevizio “assegno di maternità” è rivolto:

  • alla madre;
  • al padre, in caso di abbandono del minore da parte della madre, di affidamento esclusivo del minore al padre o di decesso della madre

che:

  • non riceve contributi economici per la maternità/paternità;
  • riceve contributi economici di importo inferiore all'assegno di maternità;
  • è residente nel territorio comunale;
  • ha la cittadinanza italiana, di uno stato membro dell'UE o extracomunitaria con permesso di soggiorno valido;
  • è inquadrabile in una determinata fascia di reddito ISEE (ISEE inferiore a euro ....).

Descrizione

Il servizio “assegno di maternità” permette di richiedere un beneficio economico in relazione:

  • alla nascita di un figlio;
  • all'adozione di un bambino di età inferiore a sei mesi;
  • all'affidamento di un bambino di età inferiore a sei mesi.

Il beneficio economico corrisponde al versamento una tantum di euro .... sul proprio conto corrente.

Come fare

Per richiedere l'assegno di maternità il cittadino può:

  • compilare la richiesta online, tramite l'apposito servizio digitale;
  • prendere appuntamento con l'ufficio competente e recarsi allo sportello.

La richiesta può essere avanzata:

  • dalla madre;
  • dal padre, in caso di abbandono del minore da parte della madre, di affidamento esclusivo del minore al padre o di decesso della madre.

Cosa serve

Ai fini della corretta compilazione della domanda, il cittadino deve fornire la documentazione e le informazioni necessarie per la pratica:

  • attestazione ISEE;
  • IBAN su cui accreditare l'importo;
  • importo dei benefici di indennità di maternità percepiti al momento della domanda dell'assegno di maternità, nel caso il richiedente riceva un contributo economico;
  • copia del permesso di soggiorno in corso di validità o della richiesta del permesso o del rinnovo dello stesso, in caso di cittadinanza extracomunitaria;
  • provvedimento di adozione/affidamento preadottivo, in caso di adozione o affidamento;
  • sentenza di divorzio od omologa di separazione, in caso di separazione o divorzio;
  • dichiarazione di affidamento esclusivo rilasciata dal Servizio Sociale o provvedimento dell'Autorità Giudiziaria, in caso di affidamento esclusivo del minore al padre;
  • atto di decesso, in caso di decesso della madre;
  • SPID/CIE

Cosa si ottiene

Qualora l'istanza del cittadino venga accolta, questi ottiene quanto richiesto, ovvero l'assegno di maternità in relazione a un figlio.

Tempi e scadenze

L'Ente comunica l'esito della richiesta di agevolazione scolastica entro un massimo di 30 giorni dalla presentazione della richiesta stessa.

In caso di esito positivo, l'erogazione dell'assegno di maternità è immediata.

Quanto costa

Il servizio di “assegno di maternità” non prevede pagamenti a carico del cittadino in nessuna fase.

Procedure collegate

Il sistema informerà automaticamente riguardo allo stato della pratica sul portale online.

Accedi al servizio

Per accedere al servizio online è richiesto l’accesso tramite identità digitale

Ulteriori informazioni

L’accesso al servizio online costituisce accettazione dei termini e delle condizioni di utilizzo del servizio.

Per la corretta compilazione della domanda e l’effettivo accesso al servizio online, il cittadino è tenuto a comunicare all’Ente:

  • i suoi dati personali. A titolo esemplificativo e non esaustivo: nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, email, numero di telefono...);
  • i dati necessari per l’erogazione del servizio, quali i benefici di indennità alla maternità già ricevuti.

Nella compilazione della domanda, il cittadino è tenuto a riportare esclusivamente informazioni corrispondenti al vero.

Il cittadino ha la facoltà di scaricare e utilizzare liberamente eventuali documenti allegati alla scheda del servizio.

Per accedere al servizio online, il cittadino è tenuto a autenticarsi tramite SPID o CIE.

A tal proposito, il cittadino:

  • è responsabile del mantenimento della sicurezza del proprio account;
  • è responsabile di tutte le attività che si verificano dal suo account;
  • è tenuto a informare immediatamente l’Ente di eventuali usi non autorizzati del proprio account nonché di ogni altra violazione della sicurezza.

L’Ente:

  • non è responsabile delle perdite o dei danni derivanti dal mancato rispetto degli obblighi di sicurezza in capo al cittadino;
  • non è responsabile di eventuali danni causati dall’accesso al servizio;
  • non è responsabile di eventuali danni causati dall’impossibilità del cittadino ad accedere al servizio.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Argomenti:

Pagina aggiornata il 27/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri